Dove pernottare a Londra se vuoi sentirti un principe?
Il 41 Hotel 5*****

Il miglior hotel di Londra dove pernottare, accanto a Buckingham Palace, il 41 Hotel 5*****

Se vuoi sapere dove pernottare a Londra, magari nell’hotel più esclusivo, senza dubbio scegliamo il 41 hotel.

Il miglior hotel di Londra, almeno così è stato votato dagli ospiti secondo un famoso sito di recensioni on line.

Uno splendido boutique hotel 5 stelle, uno dei migliori hotel di Londra, si trova al numero 41 di Buckingham Palace Road.

Dall’indirizzo potete indovinare una delle sue principali caratteristiche, potrete soggiornare a pochi metri di distanza dalla residenza della Regina.

La stanza più importante? la Conservatory Suite

Con vista sulla Royal Mews, l’ingresso laterale con annessa corte di Buckingham Palace, questa stanza vi farebbe sentire un principe venuto in visita ai reali inglesi.

Il letto Savoir, king size, fatto interamente a mano, renderebbe il vostro sonno sublime, ma se proprio non volete addormentarvi e avete voglia di vedere le stelle potete osservarle attraverso il lucernario in cristallo che sovrasta la stanza da letto di questa fantastica suite.

Il salotto è separato dalla stanza da letto, ed è finemente arredato, lo stile ricorda un po’ l’ammiragliato inglese e le sue gloriose vicende passate.

Il relax è garantito con la doppia vasca idromassaggio, i bagni in marmo che esprimono opulenza, con due docce separate.

Trascuriamo gli altri “inutili” dettagli come la cassaforte in camera, il servizio lui / lei da doccia, gli articoli da toilette Floris e altre “amenità” del genere come la wi-fi ultraveloce.

Il prezzo non è male, la Conservatory Suite, sul nostro portale, in una data scelta a caso, il 1 dicembre 2020, ha il prezzo di € 1500 a camera, con colazione inclusa.

Se invece volete soggiornare ad un passo dalla Regina, e, per così dire, non volete svenarvi, il prezzo di una camera standard è di circa € 400 a notte.

Se volete togliervi la curiosità di vedere quanto costa e se è disponibile, sul nostro sito potete scrivere direttamente il nome dell’hotel sul campo di ricerca.

Visti i periodi turbolenti, prima di prenotare qualsiasi soggiorno, Ti consigliamo di dare sempre un’occhiata al sito Viaggiare Sicuri. A noi piace sentirti rilassato e sicuro, sempre.

 

Vuoi avere altre segnalazioni come questa? Semplice, clicca il bottone

Noi ci teniamo alla tua privacy e se vuoi puoi cancellarti in qualsiasi momento.

 

Dublino e l’Irlanda, terra magica di fate, gnomi ed elfi

Dublino e l’Irlanda, terra magica di fate, gnomi ed elfi dove tutto può accadere e dove la realtà si sposa con la magia.

Lo sa bene Sharon Douglas, giornalista inglese, ospite del Double Tree Dublin – Burlington Hotel, in trasferta in Irlanda per indagare su una serie di eventi strani, avvenuti poco distanti dalla città e per giunta in pieno giorno. Si narrava, infatti, di sparizioni improvvise di persone che ricomparivano alcune ore dopo e, senza alcun apparente motivo cominciavano a comportarsi stranamente, come se stessero conducendo un’altra vita. D’un tratto tutto per loro diventava possibile, anche realizzare i desideri più nascosti, ma a quale costo? E, soprattutto, chi c’era dietro tutto quest’improvviso entusiasmo? Chi poteva trarne vantaggio? Determinata a dare una risposta ai suoi molti interrogativi, un giorno Sharon cominciò a seguire un uomo che si stava inoltrando in un bosco. La giornata era cupa, il sole primaverile era coperto da una fitta coltre di nuvole, ma appena l’uomo lasciò la strada principale per addentrarsi in una piccola radura tutto cambiò improvvisamente. Intorno solo una rigogliosa vegetazione, baciata da un timido raggio di sole che filtrava tra il fitto fogliame degli alberi. L’uomo, che aveva seguito fin lì, adesso si trovava al centro della radura, anche lui baciato dal sole, con le braccia rivolte al cielo. Sentendosi improvvisamente osservato egli si volse nella sua direzione e, per la prima volta, Sharon lo vide, e capì. Era tutto scritto nei suoi occhi. Non esisteva nessun mistero su cui indagare. Chi si avventurava in quel posto non lo faceva per incontrarsi con qualcuno o andare alla ricerca di qualcosa, ma solo per ritrovare fiducia in se stessi e nelle proprie potenzialità, perché realizzare i propri desideri, per quanto grandi essi siano, è possibile.

Basta crederci!