Dove pernottare a Londra se vuoi sentirti un principe?
Il 41 Hotel 5*****

Il miglior hotel di Londra dove pernottare, accanto a Buckingham Palace, il 41 Hotel 5*****

Se vuoi sapere dove pernottare a Londra, magari nell’hotel più esclusivo, senza dubbio scegliamo il 41 hotel.

Il miglior hotel di Londra, almeno così è stato votato dagli ospiti secondo un famoso sito di recensioni on line.

Uno splendido boutique hotel 5 stelle, uno dei migliori hotel di Londra, si trova al numero 41 di Buckingham Palace Road.

Dall’indirizzo potete indovinare una delle sue principali caratteristiche, potrete soggiornare a pochi metri di distanza dalla residenza della Regina.

La stanza più importante? la Conservatory Suite

Con vista sulla Royal Mews, l’ingresso laterale con annessa corte di Buckingham Palace, questa stanza vi farebbe sentire un principe venuto in visita ai reali inglesi.

Il letto Savoir, king size, fatto interamente a mano, renderebbe il vostro sonno sublime, ma se proprio non volete addormentarvi e avete voglia di vedere le stelle potete osservarle attraverso il lucernario in cristallo che sovrasta la stanza da letto di questa fantastica suite.

Il salotto è separato dalla stanza da letto, ed è finemente arredato, lo stile ricorda un po’ l’ammiragliato inglese e le sue gloriose vicende passate.

Il relax è garantito con la doppia vasca idromassaggio, i bagni in marmo che esprimono opulenza, con due docce separate.

Trascuriamo gli altri “inutili” dettagli come la cassaforte in camera, il servizio lui / lei da doccia, gli articoli da toilette Floris e altre “amenità” del genere come la wi-fi ultraveloce.

Il prezzo non è male, la Conservatory Suite, sul nostro portale, in una data scelta a caso, il 1 dicembre 2020, ha il prezzo di € 1500 a camera, con colazione inclusa.

Se invece volete soggiornare ad un passo dalla Regina, e, per così dire, non volete svenarvi, il prezzo di una camera standard è di circa € 400 a notte.

Se volete togliervi la curiosità di vedere quanto costa e se è disponibile, sul nostro sito potete scrivere direttamente il nome dell’hotel sul campo di ricerca.

Visti i periodi turbolenti, prima di prenotare qualsiasi soggiorno, Ti consigliamo di dare sempre un’occhiata al sito Viaggiare Sicuri. A noi piace sentirti rilassato e sicuro, sempre.

 

Vuoi avere altre segnalazioni come questa? Semplice, clicca il bottone

Noi ci teniamo alla tua privacy e se vuoi puoi cancellarti in qualsiasi momento.

 

10 Curiosità Sulla Scozia Che Vi Lasceranno A Bocca Aperta!


Di seguito proporremo 10 esclusive curiosità sulla Scozia che mai nessuno vi ha raccontato!

1. Noi italiani abbiamo sicuramente qualcosa in comune con i nostri amici scozzesi: riguarda la capitale Edimburgo. Infatti questa città gotica è stata costruita su sette colli proprio come la capitale italiana!

2. Dati i fantastici paesaggi, ricchi di vegetazione e innumerevoli alberi, la Scozia è stata in passato protagonista di tantissimi incendi. Proprio per questo motivo la Scozia è stata una delle prime nazioni al mondo ad “inventare” il corpo dei vigili del fuoco!

3. Un altro elemento che ci accomuna alla Scozia riguarda le case dell’isola di Orkney, definite la “Pompei scozzese”. Oggi è patrimonio dell’Unesco!

4. La Scozia è rinomata per la cordialità e la simpatia dei suoi abitanti. Per celebrare la convivialità ogni anno gli scozzesi giocano al lancio del tronco, una gara a cui assiste anche la regina Elisabetta!

5. “La notte di Robbie Burns” è una tipica festività appartenente alla tradizione scozzese: ogni gennaio le famiglie scozzesi si riuniscono a tavola con il kilt che contraddistingue la propria famiglia. Un membro della famiglia è chiamato a recitare una poesia e ad incidere l’Haggis (un insaccato di interiora di pecora)!

6. La rete ferroviaria metropolitana e regionale più grande della Gran Bretagna, dopo Londra, è proprio quella di Glasgow, in Scozia!

7. L’inglese non è l’unica lingua parlata in Scozia! Quali sono le altre? Il gaelico e lo scozzese! Il gaelico è parlato soprattutto nelle isole Ebridi esterne, ha origini celtiche e linguisticamente è molto lontano dall’inglese. Lo scozzese è parlato soprattutto nelle Lowlands Scozzesi ed è una lingua del ceppo germanico, affine all’inglese!

8. Il famosissimo Sherlock Holmes è nato ad Edimburgo. Sapevate questa curiosità? Doyle infatti si trovava proprio in Scozia quando, colto dall’ispirazione, ha iniziato a scriverlo!

9. Anche Harry Potter è nato in Scozia! Il simpatico maghetto della scuola di Hogwarts che ha incuriosito adulti e piccini è stato inventato nella città di Edimburgo!

10. Edimburgo è uno dei centri finanziari più importanti dell’Europa, un centro ricco di infrastrutture ed economicamente molto ricco!

Pronti per andare in Scozia?

Hyde Park la nascita di un gruppo

Il momento tanto atteso era finalmente arrivato. James, Dean, Sean e Derek  provarono  per mesi  e mesi il repertorio musicale che avrebbero offerto al loro pubblico, qualora ne avessero avuto uno, cosa di cui tutti   dubitavano a parte  Sean. Malgrado ciò,   i quattro amici avevano  ugualmente preparato un  mix  di nuovi brani,   che andavano dal  melodico al jazz  al rock  duro.   Sarebbero state due ore intense  di pura  musica. Una serata  che avrebbero ricordato  per  sempre come  uno dei  momenti più belli della loro vita.

La  location  che avevano scelto  per il loro debutto,  era Hyde Park, un  luogo magico,  pullulante di grande musica, calpestato  solo dai grandi miti che avevano  scritto  le più  belle pagine della musica mondiale. E adesso toccava a loro. Chissà se ce  l’avrebbero fatta!

APPROFONDIMENTO! REFERENDUM SULL’INDIPENDENZA IN SCOZIA

Come il popolo scozzese ha risposto alla forte domanda di indipendenza dal Regno Unito.

Sappiamo bene che la Scozia è una delle 4 nazioni che costituiscono il Regno Unito, dai tempi antichissimi del Medioevo.

Ma il desiderio indipendentista della Scozia è stato sempre forte, tanto che il 18 settembre 2014, si è tenuto un referendum che, appunto, avrebbe dovuto decretare l’indipendenza della Scozia dal Regno Unito.

Dopo intense contrattazioni tra il governo del Regno Unito e il governo della Scozia, terminate con quello che è passato alla storia come l’”Accordo di Edimburgo”, lo Scottish Independence Referendum Bill, ovverosia il disegno di legge per stabilire la modalità del referendum, è stato approvato dal governo scozzese, dando il via libera ad un importantissimo referendum!

Quali sono stati i gruppi che hanno tanto lottato per ottenere l’indipendenza della Scozia?

“Yes Scotland” è stato uno dei gruppi più agguerriti. Mentre dalla parte opposta, altrettanto agguerrito sostenitore del matrimonio con il Regno Unito, era il “Better Together”, anche se tanti partiti politici, società imprenditoriali, giornali e privati sono stati coinvolti nella campagna elettorale più importante della storia.

Ma perché la Scozia voleva essere indipendente?

Sono stati tirati in ballo tantissimi argomenti come la sua stabilità economica, la possibilità di un esercito nazionale, e comunque la continuazione di un rapporto amichevole con il Regno Unito, perché, diciamocelo francamente, è sempre difficile restare “separati in casa”!
Inoltre, si è dibattuto molto sull’adesione della Scozia alla Nato (l’importante organizzazione di stati del mondo che collaborano per la difesa).

Qual è stato l’esito di questo referendum?

Sfortunatamente per gli indipendentisti, l’esito del referendum ha decretato la vittoria degli unionisti, con ben 2.001.926 voti, pari al 55,3% dei votanti. Un numero considerevole, constatato anche il fatto che molti sono stati coloro i quali si sono astenuti dal voto!
L’eventuale vittoria degli amanti dell’indipendenza avrebbe messo la parola “FINE”, dopo 370 lunghi anni, ad uno dei matrimoni geografici e politici più importanti della storia e del mondo.

Conosci la Scozia con il nostro tour Scozia Classica

Londra, anfiteatro di un sogno

Un nuovo racconto firmato da Antonella Saia

James, Dean, Sean  e Derek si conoscono  sin dalla più tenera età.  La  loro è  un’amicizia che ha attraversato e superato grandi  difficoltà, ma una cosa  li ha sempre uniti; la musica.  Ogni giorno  si  riunivano nel garage di James  e suonavano le più belle cover della musica inglese contemporanea, sognando di ripercorrere le orme dei  più grandi mostri sacri del panorama musicale internazionale.

D’ altronde anche  i  Beatles e i Pink Floyd avevano cominciato la loro florida  carriera entra  le mura della misteriosa Londra, – pensava Sean, chiuso nella sua stanza e  steso sul letto, intento a contemplare  il soffitto senza neppure vederlo – e allora perché non potevano riuscirci anche loro? In fondo erano bravi.  Così, ecco l’idea; si sarebbero esibiti in un locale. Doveva solo crederci e fare in modo che anche gli altri ci credessero.

Undressed: una mostra londinese da non perdere

Al Victoria and Albert Museum dal 16 aprile 2016 al 12 marzo 2017

Undressed - London - A brief History of Underwear - Marylin MonroeHai in programma un viaggio a Londra e ami la moda? Non puoi perdere l’occasione di visitare la mostra allestita al Victoria and Albert Museum che si terrà dal 16 aprile 2016 al 12 marzo 2017, sponsorizzata da Agent Provocateur e Revlon.

La cornice è assolutamente immancabile tappa del viaggio nella città. Il museo, che si trova in Cromwell (South Kensington), è infatti il più importante al mondo per le sue collezioni di oggetti d’artigianato, manufatti, tessili provenienti da tutto il mondo e raccolte da Victoria e Albert durante il loro regno.

Le meraviglie di Londra e del sud Inghilterra

Un viaggio alla scoperta di Londra e i suoi dintorni e del Somerset.

Londra, una volta capitale di mezzo mondo, è solo il punto di partenza per un viaggio alla scoperta dei luoghi più classici dell’Inghilterra del Sud. Se la capitale è un approdo obbligato per chiunque voglia vivere un’esperienza a 360°, è anche il punto di partenza per un viaggio nella storia di questa fantastica nazione.

Dall’antichissima Stonehenge ed i suoi misteri ancora insoluti, la storia si dipana tra le epoche e le civiltà succedutesi nel tempo. I bagni romani di Bath si accompagnano agli edifici vittoriani più splendenti. Visiteremo Cambridge ed Oxford, le due università eterne rivali, che hanno cambiato il concetto stesso d’istruzione e studio, e che hanno regalato più di uno studente all’èlite non solo britannica, ma mondiale, e dove hanno studiato diversi membri di una delle famiglie reali più antiche e gloriose del pianeta.

Una volta tornati a Londra, ci immergeremo nell’atmosfera che ha reso così popolare questa città.

Che vogliate approfittare per provare la tipica ale inglese a Camden, o passeggiare per l’una volta malfamato quartiere di Soho, le possibilità che riusciate ad annoiarvi in questa splendida città sono quasi nulle. E quando vorrete qualcosa di più raffinato, le residenze imperiali ed i mille musei della città saranno aperti per voi.

Oltre a visitare i monumenti urbani, ci saranno visite guidate negli immediati dintorni della capitale, al Castello di Windsor ed Hampton Court, le più importanti residenze reali.

Londra non è Roma, non è Parigi. È prima di tutto una metropoli, poi una città d’arte. Bellissima, ma non splendida come le città del Mediterraneo. Certo, come ci insegnatono i romani, non si fonda uno dei più grandi imperi del pianeta se non si ha anche una cultura a supportare la macchina da guerra, ma Londra non vive della gloria del passato. Ed è proprio in questo che sta il suo fascino.

Come Venezia ed Anversa prima che lei ne prendesse il posto, Londtra è un melting pot, un posto dove si connettono storie e tendenze diverse ogni giorno che passa. Si può amarla od odiarla, si può forse storcere il naso davanti alla Shard ed alle torri della city, ma il fascino di Londra sta proprio nel non avere una storia, ma mille storie differenti.

Qui sono passati romani, celti, angli, ma sono passati anche Banksy, Jack lo Squartatore, le eterne lotte tra Beatles e Rolling Stones, i mod ed i loro nemici punk, le prostitute di Soho e le giubbe rosse. Ancora oggi, la città si deve arrendere all’invasione dei barbari, siano essi cockneys, europei o stranieri. Difficilmente sentirete due persone parlare lo stesso inglese nel giro di poche ore, od avere lo stesso colore della, pelle nonostante accenti simili. Londra non è facile, non è caliente, non è amichevole come può esserlo una città mediterranea. Ma è impossibile non lasciarsi catturare dalla sua atmosfera. Londra va visitata per quello che è, un museo dove le opere in mostra non sono tanto i monumenti, quanto la gente.

Vedi il programma del nostro tour LONDRA CLASSICA E MISTERIOSA

Londra Classica e Misteriosa – 2016

Il classico Mianotour Style

Londra Classica e Misteriosa è il programma di Miano Tour Operator, più conosciuto e più collaudato.

Perchè Londra Classica? Perchè si visitano i luoghi più importanti e simbolici di Londra, che non possono mancare in un viaggio che tocchi la capitale Britannica.

Si respirerà a pieno l’atmosfera aristocratica della città e nel contempo si vivrà la sua poliedrita multiculturalità.

Trafalgar Square - Londra Classica e Misteriosa
Trafalgar Square

Le architetture vittoriane, georgiane e neo classiche convivono in una città dai 2000 anni di storia che continua comunque ad essere più che attuale e moderna.

Misteriosa perchè riusciamo, nel nostro viaggio, anche a vedere Londra con gli occhi di chi è attento a dettagli e simboli a volte nascosti ai più. A partire dalle citazioni de “Il Codice da Vinci” (in Westminster Abbey) passando dall’escursione a Stonehenge, che sicuramente di contenuti misteriosi ne ha da vendere.

Immancabili le visite a Buckingham Palace, e alla Torre di Londra, passando per il West End, e i mercatini di Covent Garden e Camden Town.

Si aggiungono quest’anno le visite di Oxford e Cambridge.

Al fascino della capitale inglese si uniscono anche la storia e la regalità del Castello di Windsor e dei giardini e della reggia di Enrico VIII di Hampton Court, e la bellezza della georgiana Bath con le terme romane.

Il programma prevede escursioni guidate in bus e tempo libero, nel tempo libero il nostro accompagnatore è disponibile ad accompagnarvi a compiere delle visite esplorative con i mezzi pubblici, che permettono di assaporare ancora di più il gusto della città centro culturale e finanziario tra i più importanti al mondo.

Le cene in pub o ristorante sono esclusivamente di tipo inglese, crediamo nel valore culturale della cucina e pensiamo che se siamo a Londra si mangia inglese, ci perdoni chi desidera mangiare all’italiana all’estero.

 

Utilizziamo voli di linea Alitalia, ciò ci permette di aggiungere ospiti provenienti da tutta Italia, anche se partiamo principalmente dall’aeroporto di Catania.

Si aggiunge al nostro programma l’opportunità di un tour by night facoltativo con cena Medioevale nella suggestiva cornice di St. Katharine Docks

Vedi il programma del nostro tour

Scarica la pagina del catalogo [sdm_download id=”1601″ fancy=”0″]