10 Curiosità Sulla Scozia Che Vi Lasceranno A Bocca Aperta!


Di seguito proporremo 10 esclusive curiosità sulla Scozia che mai nessuno vi ha raccontato!

1. Noi italiani abbiamo sicuramente qualcosa in comune con i nostri amici scozzesi: riguarda la capitale Edimburgo. Infatti questa città gotica è stata costruita su sette colli proprio come la capitale italiana!

2. Dati i fantastici paesaggi, ricchi di vegetazione e innumerevoli alberi, la Scozia è stata in passato protagonista di tantissimi incendi. Proprio per questo motivo la Scozia è stata una delle prime nazioni al mondo ad “inventare” il corpo dei vigili del fuoco!

3. Un altro elemento che ci accomuna alla Scozia riguarda le case dell’isola di Orkney, definite la “Pompei scozzese”. Oggi è patrimonio dell’Unesco!

4. La Scozia è rinomata per la cordialità e la simpatia dei suoi abitanti. Per celebrare la convivialità ogni anno gli scozzesi giocano al lancio del tronco, una gara a cui assiste anche la regina Elisabetta!

5. “La notte di Robbie Burns” è una tipica festività appartenente alla tradizione scozzese: ogni gennaio le famiglie scozzesi si riuniscono a tavola con il kilt che contraddistingue la propria famiglia. Un membro della famiglia è chiamato a recitare una poesia e ad incidere l’Haggis (un insaccato di interiora di pecora)!

6. La rete ferroviaria metropolitana e regionale più grande della Gran Bretagna, dopo Londra, è proprio quella di Glasgow, in Scozia!

7. L’inglese non è l’unica lingua parlata in Scozia! Quali sono le altre? Il gaelico e lo scozzese! Il gaelico è parlato soprattutto nelle isole Ebridi esterne, ha origini celtiche e linguisticamente è molto lontano dall’inglese. Lo scozzese è parlato soprattutto nelle Lowlands Scozzesi ed è una lingua del ceppo germanico, affine all’inglese!

8. Il famosissimo Sherlock Holmes è nato ad Edimburgo. Sapevate questa curiosità? Doyle infatti si trovava proprio in Scozia quando, colto dall’ispirazione, ha iniziato a scriverlo!

9. Anche Harry Potter è nato in Scozia! Il simpatico maghetto della scuola di Hogwarts che ha incuriosito adulti e piccini è stato inventato nella città di Edimburgo!

10. Edimburgo è uno dei centri finanziari più importanti dell’Europa, un centro ricco di infrastrutture ed economicamente molto ricco!

Pronti per andare in Scozia?

Undressed: una mostra londinese da non perdere

Al Victoria and Albert Museum dal 16 aprile 2016 al 12 marzo 2017

Undressed - London - A brief History of Underwear - Marylin MonroeHai in programma un viaggio a Londra e ami la moda? Non puoi perdere l’occasione di visitare la mostra allestita al Victoria and Albert Museum che si terrà dal 16 aprile 2016 al 12 marzo 2017, sponsorizzata da Agent Provocateur e Revlon.

La cornice è assolutamente immancabile tappa del viaggio nella città. Il museo, che si trova in Cromwell (South Kensington), è infatti il più importante al mondo per le sue collezioni di oggetti d’artigianato, manufatti, tessili provenienti da tutto il mondo e raccolte da Victoria e Albert durante il loro regno.

Le meraviglie di Londra e del sud Inghilterra

Un viaggio alla scoperta di Londra e i suoi dintorni e del Somerset.

Londra, una volta capitale di mezzo mondo, è solo il punto di partenza per un viaggio alla scoperta dei luoghi più classici dell’Inghilterra del Sud. Se la capitale è un approdo obbligato per chiunque voglia vivere un’esperienza a 360°, è anche il punto di partenza per un viaggio nella storia di questa fantastica nazione.

Dall’antichissima Stonehenge ed i suoi misteri ancora insoluti, la storia si dipana tra le epoche e le civiltà succedutesi nel tempo. I bagni romani di Bath si accompagnano agli edifici vittoriani più splendenti. Visiteremo Cambridge ed Oxford, le due università eterne rivali, che hanno cambiato il concetto stesso d’istruzione e studio, e che hanno regalato più di uno studente all’èlite non solo britannica, ma mondiale, e dove hanno studiato diversi membri di una delle famiglie reali più antiche e gloriose del pianeta.

Una volta tornati a Londra, ci immergeremo nell’atmosfera che ha reso così popolare questa città.

Che vogliate approfittare per provare la tipica ale inglese a Camden, o passeggiare per l’una volta malfamato quartiere di Soho, le possibilità che riusciate ad annoiarvi in questa splendida città sono quasi nulle. E quando vorrete qualcosa di più raffinato, le residenze imperiali ed i mille musei della città saranno aperti per voi.

Oltre a visitare i monumenti urbani, ci saranno visite guidate negli immediati dintorni della capitale, al Castello di Windsor ed Hampton Court, le più importanti residenze reali.

Londra non è Roma, non è Parigi. È prima di tutto una metropoli, poi una città d’arte. Bellissima, ma non splendida come le città del Mediterraneo. Certo, come ci insegnatono i romani, non si fonda uno dei più grandi imperi del pianeta se non si ha anche una cultura a supportare la macchina da guerra, ma Londra non vive della gloria del passato. Ed è proprio in questo che sta il suo fascino.

Come Venezia ed Anversa prima che lei ne prendesse il posto, Londtra è un melting pot, un posto dove si connettono storie e tendenze diverse ogni giorno che passa. Si può amarla od odiarla, si può forse storcere il naso davanti alla Shard ed alle torri della city, ma il fascino di Londra sta proprio nel non avere una storia, ma mille storie differenti.

Qui sono passati romani, celti, angli, ma sono passati anche Banksy, Jack lo Squartatore, le eterne lotte tra Beatles e Rolling Stones, i mod ed i loro nemici punk, le prostitute di Soho e le giubbe rosse. Ancora oggi, la città si deve arrendere all’invasione dei barbari, siano essi cockneys, europei o stranieri. Difficilmente sentirete due persone parlare lo stesso inglese nel giro di poche ore, od avere lo stesso colore della, pelle nonostante accenti simili. Londra non è facile, non è caliente, non è amichevole come può esserlo una città mediterranea. Ma è impossibile non lasciarsi catturare dalla sua atmosfera. Londra va visitata per quello che è, un museo dove le opere in mostra non sono tanto i monumenti, quanto la gente.

Vedi il programma del nostro tour LONDRA CLASSICA E MISTERIOSA

Londra Classica e Misteriosa – 2016

Il classico Mianotour Style

Londra Classica e Misteriosa è il programma di Miano Tour Operator, più conosciuto e più collaudato.

Perchè Londra Classica? Perchè si visitano i luoghi più importanti e simbolici di Londra, che non possono mancare in un viaggio che tocchi la capitale Britannica.

Si respirerà a pieno l’atmosfera aristocratica della città e nel contempo si vivrà la sua poliedrita multiculturalità.

Trafalgar Square - Londra Classica e Misteriosa
Trafalgar Square

Le architetture vittoriane, georgiane e neo classiche convivono in una città dai 2000 anni di storia che continua comunque ad essere più che attuale e moderna.

Misteriosa perchè riusciamo, nel nostro viaggio, anche a vedere Londra con gli occhi di chi è attento a dettagli e simboli a volte nascosti ai più. A partire dalle citazioni de “Il Codice da Vinci” (in Westminster Abbey) passando dall’escursione a Stonehenge, che sicuramente di contenuti misteriosi ne ha da vendere.

Immancabili le visite a Buckingham Palace, e alla Torre di Londra, passando per il West End, e i mercatini di Covent Garden e Camden Town.

Si aggiungono quest’anno le visite di Oxford e Cambridge.

Al fascino della capitale inglese si uniscono anche la storia e la regalità del Castello di Windsor e dei giardini e della reggia di Enrico VIII di Hampton Court, e la bellezza della georgiana Bath con le terme romane.

Il programma prevede escursioni guidate in bus e tempo libero, nel tempo libero il nostro accompagnatore è disponibile ad accompagnarvi a compiere delle visite esplorative con i mezzi pubblici, che permettono di assaporare ancora di più il gusto della città centro culturale e finanziario tra i più importanti al mondo.

Le cene in pub o ristorante sono esclusivamente di tipo inglese, crediamo nel valore culturale della cucina e pensiamo che se siamo a Londra si mangia inglese, ci perdoni chi desidera mangiare all’italiana all’estero.

 

Utilizziamo voli di linea Alitalia, ciò ci permette di aggiungere ospiti provenienti da tutta Italia, anche se partiamo principalmente dall’aeroporto di Catania.

Si aggiunge al nostro programma l’opportunità di un tour by night facoltativo con cena Medioevale nella suggestiva cornice di St. Katharine Docks

Vedi il programma del nostro tour

Scarica la pagina del catalogo [sdm_download id=”1601″ fancy=”0″]

 

Appena tornata a Londra Sharon contattò subito il suo editore per raccontargli cosa aveva scoperto durante il soggiorno in Irlanda.

L’uomo concordò con lei sul fatto che non esistesse nessun mistero, ma le permise ugualmente di scrivere la storia, considerandola come un caso del cuore.

Era raro, infatti, trovare al giorno d’oggi, un uomo che si prendesse così tanto a cuore il destino di un’intera città. Essendo già in clima natalizio una storia del genere sarebbe andata a ruba.

Ma, al di là della stesura dell’articolo Sharon non poteva fare a meno di ripensare a quell’atmosfera magica con i suoi paesaggi colorati che tanto l’avevano incantata, lasciandola senza respiro.

E poi, senza neanche accorgersene ecco che le tornavano alla mente quegli occhi blu, intensi come il mare in tempesta; quegli occhi che, da quando era tornata a casa, non avevano mai smesso di tormentarla. Non poteva finire così.

C’erano troppe parole non dette in quegli sguardi. Doveva rivederlo. Cosi, senza attendere oltre, prese la giacca e, dopo aver gridato al suo capo che tornava in Irlanda, si mise alla guida della sua Lotus. Destinazione aeroporto.

Mentre era in volo Sharon pensò ad una possibile motivazione che spiegasse il suo ritorno a Dublino, qualora avesse incontrato l’uomo misterioso, ma non le venne in mente nulla. Era la vigilia di Capodanno e lei stava tornando a Dublino. Stava tornando a casa. Non sapeva cosa sarebbe successo una volta arrivata in città, ma sapeva che proprio da lì avrebbe preso il via la sua nuova vita.

Era atterrata da poche ore quando, passeggiando per la via principale, incontrò nuovamente i suoi occhi.

“Sei tornata. – disse lui ammiccando un sorriso – Quanto rimarrai? Per sempre”. – rispose lei, ricambiando il suo sorriso – La sua nuova vita poteva avere inizio.